martedì 8 aprile 2008

DELL'UTRI DOCET

Sintesi dell'immaginario politico di Marcello Dell'Utri

Punto 1
: revisione dei libri di storia, condizionati dalla retorica della Resistenza.
Se il signor Dell'Utri non lo sa, la Resistenza c'è stata per davvero. Ah, va bè, ma Marcello non ha avuto tempo di studiare... già nella culla era impegnato a fare magheggi!

Punto 2: la sinistra ha in mano tutte le case editrici.
Eh? La Mondadori di chi è?
Punto 3: gli storici di sinistra hanno ignorato il massacro dei gay durante l'Olocausto.
Io ho sempre studiato del massacro degli omosessuali durante la Seconda guerra mondiale. E ho studiato su un libro di uno storico di sinistra (Antonio Brancati). Va be', sarà un caso...

Punto 4: tutti i pentiti di mafia sono insani di mente.
E' normale: ma se i p.m. che li usano sono insani di mente, come potrebbero scegliere pentiti sani?
Però qui c'è un "leggero" conflitto di interessi: magari qualche pentito ha accusato proprio Marcellino in uno dei processi politici, voluti dai giudici comunisti, in cui è stato ingiustamente coinvolto...

Punto 5: Mangano è un eroe. Davvero.

Con questo bijou, e senza parole, chiudo.

Fonte: Corriere della sera
Appendice I: Chi è Marcello Dell'Utri
Sul nostro illustrissimo c'è una letteratura sconfinata in internet e in libreria.
Sulla rete vi consiglio: Wikipedia e Stato a rovescio di Nicola Andrucci, che potete scaricare dal suo blog.
In libreria vi consiglio uno dei libri base dell'antimafia: ovviamente gli Intoccabili di Marco Travaglio.

Appendice II: Chi è Vittorio Mangano
Basta dare un'occhiata veloce a Wikipedia per credere, davvero, che sia un eroe., nonché guardare l'ultima intervista a Paolo Borsellino, qui nel mio blog...



11 commenti:

Skeight ha detto...

Dell'Utri chi? Quello che aveva rivelato di avere diari "autentici" di Mussolini risultati poi falsi?

la giustiziera della notte ha detto...

temo di si...

Anonimo ha detto...

Berlusconi ha definito Mangano un eroe: è un chiaro messaggio alle mafie di ricompattare le poprie file in favore del PDL.

Niko Paranza

giandiero ha detto...

guardate questo cartone animato striato di venature antiberlusconiane che ho finito di fare ieri.

http://it.youtube.com/watch?v=0DUBzklVT9w

Anonimo ha detto...

Berlusconi e D'Utri hanno detto che Mangano è un eroe.
Questo tradotto in linguaggio mafioso da noi significa :Dateni il voto che poi so io come ricompensarvi.
Se non è convivenza questa cosa altro si deve dire.
reagite Giornalisti questo PdL cio porta diritto nelle braccia della mafia.

Anonimo ha detto...

Berlusconi e D'Utri hanno detto che Mangano è un eroe.
Questo tradotto in linguaggio mafioso da noi significa :Datemi il voto che poi so io come ricompensarvi.
Se non è convivenza questa, cosa altro si deve dire.
Reagite Giornalisti liberi dal giogo questo PdL cio porta diritto nelle braccia della mafia.

Dakar ha detto...

Dell'Utri. Cazzo ma capite di chi stiamo parlando? Ma si ha una vaga idea di chi stiamo parlando? Cazzo Dell'Utri! Uno che ha una fedina penale interminabile, un criminale spaventoso. Minchia Dell'Utriiiiiiiiiiiii.

Ho paura di gente così, ho paura di gente come Berlusconi, Dell'Utri, Borghezio, Bossi, Castelli, Calderoli, Tremonti, Ciarrapico, Bergamini ecc ecc

Qui c'è un dittatore, un tiranno, uno che vuole cancellare i diritti di tutti gli italiani, vuole cancellare la costituzione, vuole comprarsi tutto, vuole vivere nell'illegalità più impunita, che vuole l'adorazione e che non vuole essere contraddetto, che non può essere e non vuole essere ostacolato. Io ho paura e terrore.

Io non odio Berlusconi e molti dei suoi uomini, no, non li odio, io li DISPREZZO.

La storia, che loro vogliono revisionare, li condannerà in modo emblematico e totale, riconoscerà il buio di questi anni, racconterà ai nostri nipoti di come l'Italia sia sta indebolita, devastata, depredata, umiliata da quest'uomo e da tutti i suoi amichetti. La storia ci riscatterà.

Nicola Andrucci ha detto...

grazie tante per la citazione. Mi scuso per non petere partecipare attivamente alla discussione ma mi è stata staccata l'Adsl per errore e ora vado a 56kb...

Pellescura ha detto...

A parte il giochetto elettorale di chi vince e chi perde, una cosa è sicura.
Per motivi non soprannaturali, circa la metà della popolazione italiana , considera Berlusconi, non un competitor politico ma un'avanzo di galera.
Siccome nessuno riuscirà a far togliere dalla testa questa idea a questa gente, credo che per avere un paese normale e civile egli si debba fare da parte.
Ma lui non puo' e neanche la destra lo vuole realmente. Perchè in Italia l'unica arma di convincimento che ha la destra per raggranellare consenso sono le tv e i soldi del capo.
Non saremo un paese civile fin quando un leader politico non abbia il rispetto di tutti gli schieramenti politici e che dopo le elezioni rappresenti cmq tutto il paese. Berlusconi non potrà mai averlo questo rispetto, non è una personalità trasparente, per usare un eufemismo.

Anonimo ha detto...

Berlusconi attacca il Quirinale per preparare il terreno nel caso in cui Napolitano dovesse essere costretto a sciogliere immediatamente le Camere ove la Camera ed il Senato non dovessero essere espressione della medesima maggioranza, come ormai sembra chiaro.

C’é il rischio di un colpo di stato, un golpe bianco: Berlusconi è un P2ista ed il suo programma elettorale coincide in massima parte con il progetto della P2.

Occorre stare attenti: la situazione fa paura.

Anonimo ha detto...

La Mafia
Mi appello alla massima carica dello Stato Il Presidente della Repubblica che sia impedito ad esponenti politici che eregono Mafiosi condannati, ad eroi. Io come libero cittadino che credo nei valori Cristiani non voglio essere rapresentato da persone che innalzano mafiosi omicidi ripeto ad eroi