giovedì 1 ottobre 2009

Ambiente e pelletteria...


Il ministro dell'Ambiente Stefania Prestigiacomo e' attualmente indagata per peculato dalla Procura di Roma per alcuni acquisti non proprio"istituzionali" fatti con la carta del Ministero... aventi ad oggetto capi di alta moda e di pelletteria.
Come spesso accade, l'indagine sul presunto peculato e' partita a seguito di intercettazioni, tra un funzionario del ministero e un'altra persona, necessarie in un altro procedimento giudiziario.
Il Corriere dice: "gli inquirenti dovranno accertare se tali eventuali acquisti siano stati fatti per motivi personali ovvero per ragioni istituzionali". Mi domando quali ragioni dell'"istituzione Ministero dell'Ambiente" potrebbero giustificare l'acquisto di capi di alta moda... e soprattutto di pelletteria! Un controsenso, forse...
La presunzione di non colpevolezza e' d'obbligo... ma permettetemi di ridere sull'oggetto delle indagini che riguardano i nostri governanti, sintomatiche di debolezze tradizionalmente attribuite ai due sessi: donne per il sesso maschile... vestiti per quello femminile!
PS Ogni riferimento a Berlusconi e' puramente casuale.

2 commenti:

riccardo.landi ha detto...

una sola parola per questi comportamenti:
schifo.
Con l'aggravante della mancanza del senso della vergogna.

Andrew ha detto...

Ciao, complimenti per il blog. Ti va uno scambio link? Fammi sapere sul mio

http://andreainforma.blogspot.com