giovedì 5 febbraio 2009

L'Italia: che paese caritatevole!


Il governo ha appena approvato un emendamento nel decreto sicurezza, ovviamente proposto dalla Lega, che consente ai medici di denunciare all'autorità giudiziaria i clandestini che chiedono cure. Mi sembra lampante che i clandestini non andranno più a farsi curare e ricorreranno a "medicine" e "medici" alternativi.
Con ipocrisia la maggioranza afferma che l'emendamento non impedisce ai clandestini di curarsi, ma praticamente ha posto una condizione a un diritto inalienabile dell'uomo! Forse non tutti lo sanno, ma"La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività" (art.32 Cost.)
Come se ciò non bastasse, è stata approvata un'altra norma in cui si prevede che gli enti locali sono "legittimati ad avvalersi della collaborazione di associazioni tra cittadini al fine di segnalare agli organi di polizia locale eventi che possano arrecare danno alla sicurezza urbana ovvero situazioni di disagio ambientale". Istituzionalizzazione delle ronde padane. Per fortuna, è passato l'emendamento proposto dal PD (si, proprio dal PD) che impedisce a questi cittadini di portare armi, come, invece, prevedeva il testo presentato dalla Commissione Giustizia.
Infine, è stato istituito un registro nazionale per la schedatura dei clochard.
Io non ho veramente parole. A che serve un registro per la schedatura dei clochard?
Il problema di un uomo che dorme su una panchina non dovrebbe essere quello per cui la sua visione ci infastidisca, ma è il fatto che dorma per strada! Ci vogliamo chiedere perché???
Credo proprio che il benessere abbia dato alla testa a molti italiani!

Che paese ipocrita, fasullo e ignorante.

Fonti: Corriere.it e Repubblica.it

3 commenti:

Ermes ha detto...

ciao,
gran bel blog, ci aggiungiamo tra i link?

articolo21 ha detto...

Ho letto questa notizia. Siamo nell'incostituzionalità. Spero che il Capo dello Stato intervenga. Se aspettiamo l'opposizione stiamo freschi.

Adduso ha detto...

Non saprei dire chi proceduralmente possa avere ragione o meno, potrebbe darsi che entrambi abbiano una loro giustificazione di diritto, peraltro hanno certamente accanto consulenti esperti costituzionalisti.

Invece, è palese per chi può vedere con il cervello, che queste norme ed intenzioni di legge, sono chiaramente sprezzanti del comune sentire del diritto all’uguaglianza, alla libertà ed alla libera scelta.

E che questo è un evidente quanto loro allarmante delirio di onnipotenza, è dimostrato pure dalla circostanza che non si prende neanche in considerazione che impedendo pure agli immigrati di potersi curare perché rischierebbero la denuncia, li si espone sadicamente a gravi malattie e sofferenze (immaginate le partorienti e i nascituri con problemi) ma soprattutto si possono innescare dei focolai epidemici (immaginate l'epatite, ma sono notoriamente tantissime con cui basta un semplice contatto con le nostre mucose anche nasali) che certi film dell'horror li potremmo vedere e patire in diretta.

Ora si vuole persino limitare la libertà di espressione su internet. Già in televisione parlano solo loro ed i relativi tirapiedi.

E non dimentichiamo che queste norme sono ancora tutte interpretabili, quindi saremmo ovviamente soggetti a problemi imprevedibili, tanto più che non c'è giurisprudenza consolidata al riguardo, visto che sono emanate da poco o ancora in corso.

Insomma, qui non è solo una questione di ciò che stanno facendo nell'immediato, bisogna invece cominciare a chiedersi, e allo stesso tempo stimolare tra la gente la domanda: dove i nostri attuali governanti vogliono arrivare, oppure a che cosa si stanno preparando ?