lunedì 3 marzo 2008

Dov'è la lotta alla mafia nei programmi elettorali?


Considerandomi una persona di sinistra, sono andata a cercare nei programmi elettorali degli schieramenti che da vicino o da lontano rappresentano la sinistra oggi (non nascondo per chi ho deciso di votare; basta che guardiate in basso alla vostra destra) cosa è previsto per la lotta alla mafia.
Nel programma del Partito democratico la parola mafia compare tre volte:

- la prima volta nella voce "Per uno sviluppo di qualità" citando i ragazzi di Ammazzateci tutti e gli imprenditori siciliani che rifiutano di pagare il pizzo;
- la seconda volta nella voce "Cittadini e imprese più sicure" relativamente all'attribuzione alla DIA di poteri più incisivi in materia di controllo degli appalti pubblici e relativamente alla destinazione di "personale specializzato e risorse alle Questure e agli Uffici giudiziari per le procedure di sequestro e confisca dei beni mafiosi";
- la terza volta nella voce la democrazia governante, a proposito dell'estensione ai parlamentari della normativa introdotta sulla ineleggibilità e sospensione degli eletti condannati per reati gravissimi, oggi limitata a Regioni e Enti locali;
- vi è poi un punto, dedicato al sud e al Mediterraneo, che prevede dei progetti per incentivare il progresso del Sud della penisola, in modo un po' vago.

Non ritengo che si tratti di un programma che dedichi molta attenzione al problema della lotta alla mafia, che dovrebbe essere, a mio avviso, una questione prioritaria, soprattutto per una forza politica che aspira a governare da sola questo paese. Inoltre, Giuseppe Lumia, il vice presidente della Commissione parlamentare Antimafia, non è neppure stato candidato, ma in compenso in Sicilia sarà candidato Vladimiro Crisafulli... Rimando ad un mio precedente post per sapere chi è costui. Da parte sua, Anna Finocchiaro, candidata alla presidenza della Regione Sicilia, è presente anche come capolista (e quindi al 100% diventerà parlamentare) nella lista del PD per il senato in Emilia Romagna....Insomma: tanto per stare sicura!

Vi stupirò.
Ora non elogerò il programma de La Sinistra l'Arcobaleno. La parola mafia in quel programma non compare MAI (a meno che non consideriamo il punto 7 - Un patto per il clima - nel quale sono citate le ecomafie).

Non perdo tempo a guardare il programma del PDL o dell'Udc. Anche se proponessero come primo punto la lotta alla mafia, non gli darei molta credito.

Nonostante la delusione, la mia sarà una scelta di parte.
Sarò con chi ritiene davvero importanti valori come la pace, la difesa dell'ambiente, la sicurezza sul posto di lavoro, la laicità, l'istruzione, la formazione etc confidando, idealmente, che ove essi vengano attuati, non ci sia più spazio per la mafia.

4 commenti:

sparkaos ha detto...

il programma serve a far voti, la lotta alla mafia ne fa perdere più che guadagnare.
siamo rovinati. ciao

BC. Bruno Carioli ha detto...

Lla mmafia nnon esiste!
Nelle priorità programmatiche.

biasimatrix ha detto...

Sono anch'io deluso dalla scarsa considerazione del problema, e non so quanto possa essere considerata una "dimenticanza"; di certo c'è una minima volontà di non affrontare la questione... da siciliano, poi, una delle cose che mi ha deluso maggiormente è la candidatura della Finocchiaro come capolista oltre che come Presidente Regionale: comunica l'idea di credere poco alla vittoria alle elezioni regionali, e se è così è davvero sconsolante...

la giustiziera della notte ha detto...

Per dovere di cronaca vi comunico che giuseppe lumia è stato recuperato nelle liste del PD...